Trattamento RFF

Radiofrequenza mono-bi-polare

La radiofrequenza è un trattamento non invasivo ed indolore in grado di contrastare con efficacia l’invecchiamento cutaneo e consente di ottenere un duraturo miglioramento della qualità della cute del corpo e del viso. La radiofrequenza attenua in modo stabile i principali inestetismi cutanei come le rughe o le lassità e può essere applicata anche per trattare in maniera efficace gli inestetismi della pelle causati dalla cellulite.

L’utilizzo della radiofrequenza è ottimale a livello del ringiovanimento cutaneo soprattutto della zona del viso, del collo e del decoltè e dell’addome, assicurando eccezionali risultati nella tonificazione tessutale, nel trattamento delle rughe, nella riduzione delle zone colpite dall’inestetismo della cellulite.

Fin dalle prime sedute sono visibili I risultati della radiofrequenza ed i progressi conseguiti si mostrano stabili nel tempo. Essa riattiva i naturali meccanismi riparativi e anti infiammatori corporei attivando un’iperemia endogena omogenea sui diversi livelli della struttura trattata.

Questo richiamo ematico e la conseguente riattivazione del sistema linfatico stimolano le cellule adipose a rilasciare e tossine e i liquidi in eccesso ristabilendo il giusto equilibrio. Infine le onde elettromagnetiche della radiofrequenza migliorano l’attività della pompa sodio-potassio della membrana cellulare dei fibroblasti stimolando la produzione di nuovo collagene, elastina e acido ialuronico in modo naturale.

 

Effetti della radiofrequenza

I principali effetti della radiofrequenza sono:

  • – Effetto lifting: dovuto alla contrazione del collagene termo-indotto;
  • – Miglioramento del microcircolo: in seguito all’aumento di ossigenzaione e vascolarizzazione;
  • – Drenaggio: per via dell’aumento del funzionamento dei vasi linfatici;
  • – Snellimento: conseguente lo stimolo diretto sugli adipociti;
  • – Tonificazione tissutale e muscolare: evidente già dalla prima applicazione della radiofrequenza;

 

Radiofrequenza frazionata

Negli ultimi anni la radiofrequenza frazionata è divenuta una valida soluzione nei trattamenti di ringiovanimento cutaneo grazie ai suoi effetti tensivi e rigenerativi sui tessuti.

 

Meccanismo di azione

Questa tecnologia sfrutta l’azione sinergica dell’effetto termico e degli impulsi elettrici ottenuti con l’applicazione sulla pelle delle radiofrequenze tramite un esclusivo manipolo dotato di invisibili micro-aghi. L’effetto che si ottiene è quello di un aumento del rinnovamento dell’epidermide e della stimolazione del derma profondo. Il trattamento è indolore poichè i micro-aghi arrivano ad una profondità di soli 0,5 mm, troppo superficiali affinchè il paziente possa avvertire alcun disturbo. Il rimodellamento del collagene che ne consegue non solo migliora gli inestetismi cutanei quali le rughe, le cicatrici, le smagliature e l’acne ma induce inoltre un effetto di tensione e rassodamento cutaneo a lungo termine.

 

Indicazioni

I maggiori risultati ottenibili con l’utilizzo delle radiofrequenze frazionate sono il viso (specialmente il contorno occhi, le palpebre, la zona peri labiale, le rughe, i rilassamenti ed i cedimenti), il collo (le rughe ed il rilassamento del sottomento), il décolleté e le mani. Il trattamento da comunque dei buoni risultati anche sul corpo nei casi in cui sia presente una perdita di tono o sia necessario ricompattare i tessuti a livello di addome, braccia e mani, glutei, cosce e ginocchia.

La radiofrequenza frazionata è in grado di trattare le smagliature sia di recente insorgenza (rosse) che quelle di più vecchia data (bianche) che nonostante risultino essere uno degli inestetismi più diffusi sono anche tra i più complicati da eradicare. Questa metodica ottiene, inoltre, risultati soddisfacenti nel trattamento dell’acne, sia in forma attiva che sugli esiti cicatriziali.

La seduta è indolore, il paziente avvertirà al massimo una sensazione di pizzicore e di calore profondo e la durata del trattamento varia dai 15 ai 45 minuti a seconda dell’area trattata.

Non vi sono limitazioni del suo utilizzo in base alla tipologia di pelle, di carnagione, di età o stagionalità, in quanto il sole non ne controindica l’utilizzo a differenza di altre metodiche dagli effetti paritetici.

Immediatamente dopo la seduta il paziente non avrà bisogno di recupero e potrà tornare alle sue normali occupazioni.

 

Effetti collaterali

E’ bene ricordare che gli effetti indesiderati sono rari e qualora dovessero apparire sarebbero comunque transitori. L’effetto avverso più frequente è un lieve eritema che scompare in poche ore.

 

Durata

Il numero delle sedute necessarie è variabile ed è in relazione al numero ed estensione delle zone trattate e dalle condizioni tissutali e metaboliche del paziente. In media sono necessarie 6 sedute a distanza di 2/4 settimane tra di loro.

In molti casi la cute risulta visibilmente più tonica e compatta già dopo il primo trattamento e i risultati persisteranno nel tempo, anche una volta terminato il ciclo di sedute.